C’era una volta… Viaggio nel tempo al castello di Tuštanj

C’era una volta un giovane giardiniere, arrivato dalla campagna a lavorare in un castello. Nonostante la sua giovanissima età, faceva il suo mestiere con tanto amore e diligenza da far innamorare la More »

Cuore, tradizione e comunità: il carnevale di Drežnica

Non eravamo mai stati a Drežnica, un minuscolo paesino ai piedi del monte Krn. Cosa ci ha spinti fino a lì? L’anno scorso il governo della Repubblica di Slovenia ha proclamato il More »

Javorca, sui sentieri della grande guerra

La valle dell’Isonzo/Soča è indissolubilmente legata alle vicende della prima guerra mondiale, la grande guerra, che proprio lungo questa splendida vallata fu particolarmente cruenta, con l’esercito italiano e quello di casa, l’Austria-Ungheria, a combattersi More »

Gostilna Mlinar – Spodnja Idrija

MiKI,Se visitate Idrija e dintorni, non potete non assaggiare la specialità locale: gli žlikrofi. Se volete mangiare degli žlikrofi eccezionali, non potete non fare un salto alla trattoria “Gostilna Mlinar” a Spodnja More »

Non c’è Pasqua senza pirhi – le uova colorate slovene

Pirhi, pisanice, pisanke, remenke… tanti nomi per indicare un’usanza molto amata in Slovenia: quella delle uova di Pasqua colorate. Secondo alcuni etnologi, le uova di Pasqua che si preparano tradizionalmente in Slovenia More »

 

C’era una volta… Viaggio nel tempo al castello di Tuštanj

Tuštanj

C’era una volta un giovane giardiniere, arrivato dalla campagna a lavorare in un castello. Nonostante la sua giovanissima età, faceva il suo mestiere con tanto amore e diligenza da far innamorare la contessa, che lo sposò, nonostante l’opposizione della famiglia.

No, non è una fiaba, ma una storia vera, quella del castello di Tuštanj, a circa 25 km da Ljubljana.

m4s0n501

Cuore, tradizione e comunità: il carnevale di Drežnica

Drežniški pust

Non eravamo mai stati a Drežnica, un minuscolo paesino ai piedi del monte Krn. Cosa ci ha spinti fino a lì? L’anno scorso il governo della Repubblica di Slovenia ha proclamato il carnevale di Drežnica (Drežniški pust) come vivo capolavoro del patrimonio culturale nazionale. Il team di slovely.eu, da sempre a caccia di particolarità etnografico-culturali, non ha potuto esimersi dall’andare a conoscere dal vivo questa tradizione così antica e molto sentita dagli abitanti di Drežnica.

Javorca, sui sentieri della grande guerra

Javorca

La valle dell’Isonzo/Soča è indissolubilmente legata alle vicende della prima guerra mondiale, la grande guerra, che proprio lungo questa splendida vallata fu particolarmente cruenta, con l’esercito italiano e quello di casa, l’Austria-Ungheria, a combattersi senza tregua per lunghi anni. Sulle alture di Tolmin, nella località chiamata Javorca, i soldati austro-ungarici costruirono una cappella in memoria dei loro caduti che è sopravvissuta all’orrore di due guerre mondiali e ancora oggi resta testimone di pace in una terra tanto travagliata.

Gostilna Mlinar – Spodnja Idrija

mlinar trsi zlikrofi

MiKI,Se visitate Idrija e dintorni, non potete non assaggiare la specialità locale: gli žlikrofi. Se volete mangiare degli žlikrofi eccezionali, non potete non fare un salto alla trattoria “Gostilna Mlinar” a Spodnja Idrija. Perché? Perché qui troverete žlikrofi fatti a mano con estrema cura, seguendo il procedimento tradizionale, con un ripieno dall’aroma perfettamente bilanciato e una varietà di condimenti difficile da trovare altrove.

Non c’è Pasqua senza pirhi – le uova colorate slovene

pirhi

Pirhi, pisanice, pisanke, remenke… tanti nomi per indicare un’usanza molto amata in Slovenia: quella delle uova di Pasqua colorate. Secondo alcuni etnologi, le uova di Pasqua che si preparano tradizionalmente in Slovenia si distinguono in tutta Europa per varietà e bellezza. Andiamo quindi a vederle, nelle loro varianti regionali, dalla Bela Krajina al Prekmurje fino alla “nostra” Benečija.