La lavanda in Slovenia.

I 4 più bei campi di lavanda in Slovenia vicino al confine con l’Italia

Quando si parla di campi di lavanda si pensa subito alla Provenza. Ma anche in Slovenia, specie negli ultimi anni, la coltivazione della lavanda si è molto diffusa e oggi si trovano molti campi estremamente belli e fotogenici. Il bello è che gran parte dei campi di lavanda in Slovenia è proprio vicino a noi, a pochi chilometri dal confine. In quest’articolo vi porto a scoprire alcuni dei più belli, dove fare foto d’effetto, ma anche degustare e acquistare prodotti naturali a base di lavanda.

Campi di lavanda in Slovenia: Vonj poletja a Vedrijan (Brda – Collio sloveno)

I miei preferiti in assoluto sono i campi di lavanda di Vonj poletja a Vedrijan, un pittoresco paesino di poche anime nella regione di Brda. Vonj poletja, che significa “profumo d’estate”, è la piccola fattoria ecobio di Mirjam e Damjan Marinič, che oltre alla lavanda coltivano anche ciliegi, ulivi e diverse erbe aromatiche come elicriso, menta, melissa, rosmarino… E anche le profumatissime rose damascene, da cui ricavano l’idrolato (acqua di rose), ma anche deliziosi sciroppi, marmellate e liquori. Tutte queste bontà si possono degustare (e acquistare) direttamente alla fattoria, seduti comodamente all’ombra della pergola, godendosi uno splendido panorama.

Vonj Poletja - Lavanda in Slovenia
I campi di lavanda di Vonj Poletja

I campi di lavanda di Vonj poletja si trovano in una stupenda posizione panoramica in mezzo alle colline di Brda – un luogo forse un po’ insolito dove trovare campi di lavanda, ma proprio per questo decisamente affascinante! Foto particolarmente suggestive si possono fare al tramonto, la posizione di questi campi di lavanda infatti è perfetta per la cosiddetta “golden hour” tanto amata dai fotografi.

Uno splendido tramonto sui campi di lavanda - Lavanda in Slovenia
Uno splendido tramonto sui campi di lavanda

Nelle prime settimane di luglio è possibile partecipare alla falciatura della lavanda, che è una vera e propria festa! In quell’occasione è possibile anche assistere alla distillazione dell’olio essenziale e partecipare al laboratorio di intreccio di coroncine di lavanda.

Il maestro falciatore all'opera - Lavanda in Slovenia
Il maestro falciatore all’opera

Ulteriori informazioni sulla fattoria Vonj poletja di Vedrijan le trovate nel nostro articolo dedicato.

Campi di lavanda in Slovenia: Turistična kmetija Breg a Breg pri Golem Brdu (Brda – Collio sloveno)

Ecco un altro luogo nella regione di Brda dove ammirare i campi di lavanda in Slovenia: l’agriturismo Turistična kmetija Breg a Breg pri Golem Brdu. Gestito dalle simpatiche sorelle Mirela e Adrijana Peresin (che parlano perfettamente italiano), questo agriturismo si trova in una tradizionale casa rurale restaurata con cura.

Turistična kmetija Breg, lavanda nel cuore di Brda. - Lavanda in Slovenia
Turistična kmetija Breg, lavanda nel cuore di Brda.

Qui si possono gustare piatti a base di prodotti locali che cambiano in base alle stagioni (erbe primaverili, ciliegie, castagne, funghi…). A luglio e agosto la lavanda diventa protagonista in tavola, dal primo al dolce. L’agriturismo offre anche possibilità di pernottamento in due antiche casette di pietra.

I campi di lavanda della Turistična kmetija Breg al tramonto. - Lavanda in Slovenia
I campi di lavanda della Turistična kmetija Breg al tramonto.

I campi di lavanda di Breg si trovano a pochi passi dall’agriturismo, su un colle sopra il fiume Idrija (Judrio), da cui si gode di un bel panorama. Oltre ai campi di lavanda c’è anche un uliveto, dove è possibile fare un romantico picnic chiamato »Južna pod oljko« (“merenda nell’uliveto”).

Campi di lavanda in Slovenia: Naravna kozmetika Renčelj a Povir (Carso sloveno)

A Povir, sul Carso sloveno, a una ventina di km da Trieste, si trovano i campi di lavanda in Slovenia probabilmente più fotografati: quelli di Naravna kozmetika Renčelj. Qui Gregor e Nina Renčelj (che parla benissimo italiano), supportati da tutta la famiglia, coltivano con metodo biologico circa duecento ettari di lavanda e un ettaro di elicriso. Queste piante vengono poi utilizzate per produrre oli essenziali, idrolati, e diversi prodotti per l’igiene e la cura di viso e corpo.

Un trionfo della natura: la lavanda a Povir.
Un trionfo della natura: la lavanda a Povir.

I filari di cespugli viola sono disposti in modo molto fotogenico seguendo una piccola collina con in mezzo alcuni alberi. Davvero un bellissimo colpo d’occhio! Ma non solo lavanda: anche i campi di elicriso sono molto belli a vedersi, oltre che profumati (sanno di liquirizia!). Ci si arriva con una breve passeggiata su un sentiero che parte vicino ai campi di lavanda. Anche qui il colpo d’occhio è notevole, con una distesa di fiori gialli che circondano un albero ultracentenario di tiglio, dove c’è anche una romantica altalena!

I magnifici campi di lavanda di Povir. - Lavanda in Slovenia
I magnifici campi di lavanda di Povir.

Solitamente a fine giugno nei campi di lavanda di Renčelj si svolgono due giorni di “porte aperte”, con degustazioni, laboratori pratici e presentazioni delle erbe e dei prodotti bio.

Non solo lavanda a Povir, ma anche uno splendido campo di elicriso. - Lavanda in Slovenia
Non solo lavanda a Povir, ma anche uno splendido campo di elicriso.

Trovate tutte le informazioni sulla fattoria Renčelj (e anche un breve video) nel nostro articolo dedicato.

Campi di lavanda in Slovenia: Bučeva domačija a Ivanji grad (Carso sloveno)

Restiamo sempre sul Carso sloveno, nel paese di Ivanji grad, anche qui a pochi km dal confine con l’Italia. Tanja Arandjelović e il marito Branko possiedono ben 100.000 cespugli di lavanda, coltivati su circa 2,2 ettari di terreno. La sede della loro fattoria, che si chiama “Bučeva domačija”, è ospitata nella suggestiva cornice di una tipica casa rurale del Carso, restaurata mantenendo intatte le caratteristiche tradizionali di questo tipo di architettura.

Lavanda e tanti fiori a Ivanji Grad. - Lavanda in Slovenia
Lavanda e tanti fiori a Ivanji Grad.

Qui è possibile vedere antiche attrezzature agricole, la distilleria e l’essiccatoio per le erbe aromatiche, oltre che acquistare prodotti a base di lavanda. La lavanda viene utilizzata anche per la preparazione di tè, sciroppi e liquori, che si possono degustare durante la visita alla fattoria.

Bučeva domačija è anche il centro attorno a cui ruota l’ormai tradizionale Festival della lavanda sul Carso (Festival sivke na Krasu), un fine settimana tutto dedicato ai profumati cespugli viola, con dimostrazioni della distillazione, degustazioni, bancarelle a tema e laboratori pratici.

Campi di lavanda in Slovenia: quando e come visitarli

In Slovenia si coltivano perlopiù due tipi di lavanda: lavandula angustifolia (lavanda officinale) e lavandula x intermedia (lavandino). La lavandula angustifolia è quella utilizzata anche a scopo alimentare, dato che contiene meno canfora ed è più piacevole al palato. Solitamente nelle regioni slovene di Brda (Collio) e Kras (Carso) inizia a fiorire da fine maggio a giugno. La lavandula x intermedia, che è un ibrido e si utilizza in cosmetica per l’olio essenziale, fiorisce solitamente un po’ più tardi, tra metà giugno e luglio. Di solito la falciatura si svolge a inizio luglio.

E' bello perdersi in mezzo ai campi di lavanda in Slovenia e farsi un milione di foto! :)
E’ bello perdersi in mezzo ai campi di lavanda in Slovenia e farsi un milione di foto! 🙂

Solitamente i campi di lavanda in Slovenia non sono recintati e sono quindi liberamente accessibili. Va da sé che, essendo proprietà privata, è buona prassi (oltre che buona educazione) chiedere il permesso prima di mettersi a passeggiare o scattare foto nei campi. E ovviamente evitare assolutamente di raccogliere o danneggiare le piante. Di solito i proprietari dei campi sono molto gentili e accolgono i visitatori con piacere, spesso illustrando le piantagioni e i prodotti. Il momento migliore sono le occasioni in cui i produttori aprono le porte delle loro fattorie (di solito un fine settimana a giugno o luglio) per la falciatura e la distillazione.

Le date delle “giornate delle porte aperte” e della falciatura variano di anno in anno. Per informazioni aggiornate scriveteci pure!

Sara Terpin

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

11 commenti